Acne tardiva: la prevenzione è l’arma per curarla.

L’acne tardiva è una forma di acne del tutto simile a quella giovanile ma che si manifesta tra i 20 e i 40 anni di età. Coinvolge varie aree del viso ed è caratterizzata dalla formazione di comedoni bianchi, neri e in casi più intossicati di microcisti.

Può verificarsi anche in persone che non ne avevano mai sofferto prima o anche in individui che, invece, non avevano più a che fare con questa problematica da anni.

L’acne tardiva, così come l’acne adolescenziale, è un’infiammazione dei follicoli pilosebacei che porta alla formazione dei tanto odiati “brufoli”.

La causa più comune, pare sia lo stress che scatena una manifestazione psicosomatica sul volto.
Lo stress può infatti indurre un input neurologico alle cellule della cute del viso a generare ormoni che danno luogo all’acne.

Ogni persona è unica e, allo stesso modo, lo è ogni tipologia di acne. Per questo motivo anche le cure acne tardiva dipendono da tantissimi fattori, tra cui la sua gravità e intensità, l’età in cui si è presentata, la familiarità, lo stile di vita e anche la tendenza che ha la pelle alla formazione di cicatrici e lesioni.

In generale, il Micropeeling rappresenta un’arma valida per combattere questo disturbo.
Si tratta di un peeling a base di acido glicolico e acido salicilico, che pulisce in profondità, attiva una desquamazione naturale e induce lo scioglimento dei comedoni.
La lozione che viene applicata sul viso può non essere risciacquata e lasciata agire sulla pelle tutta notte.

Tuttavia, la prevenzione rimane, come sempre, la chiave principale per evitare l’insorgere l’acne tardiva.
Trattare la pelle nel modo adeguato è importante perché l’acne provoca un aumento dell’infiammazione cutanea che alcune abitudini sbagliate possono aggravare.

Innanzitutto, quindi, bisogna evitare di usare detergenti troppo aggressivi o creme comedogeniche, prediligendo per la propria skincare routine, prodotti non comedogenici mirati e antiseborroici.

E’ importante in questi casi evitare l’utilizzo di make-up per coprire e nascondere i comedoni, perché innesca un meccanismo di inquinamento e intossicazione dei pori già messi a dura prova dall’acne, esacerbandone la condizione infiammatoria.

Anche effettuare periodicamente una pulizia del viso professionale è un’abitudine che può aiutare in questi casi.
Attraverso un trattamento viso mirato, si nutre in profondità la cute del viso, restituendole idratazione, equilibrio e morbidezza.

Prenota un appuntamento con il centro estetico Afrodite per scoprire tutti i trattamenti dedicati a te!