La bassa umidità e l’aria fredda e secca, mettono a dura prova la salute della nostra pelle. Con l’arrivo del freddo iniziano a svilupparsi, principalmente sulle mani e sul viso, screpolature e tagli che se non curati, possono aggravarsi fino a sfociare in fastidiose dermatiti.

La causa principale è sicuramente la scarsa idratazione, poiché in questa stagione si tende a bere meno acqua e di conseguenza a non idratare correttamente il corpo.
È necessario, quindi, dare qualche attenzione in più alla nostra epidermide nei mesi che vanno da novembre a febbraio, durante i quali va protetta più del solito.

Innanzitutto, diciamo sì a sciarpe, cappelli o cappucci per coprire dal vento le parti esposte, per preservare non solo la nostra salute, ma anche l’estetica.

Tuttavia, per ottenere ottimi risultati è essenziale nutrire la pelle su più fronti, in modo da renderla più forte contro gli attacchi della stagione fredda.

Per questo è importante attivare una beauty routine che parte da quello che mangiamo a tavola: frutta e soprattutto ortaggi di stagione sono un toccasana per pelle e capelli, in quanto sono fonte importante di vitamine e minerali.

Rimane fondamentale la scelta di dedicarsi alla cura della propria pelle attraverso trattamenti idratanti che nutrono in profondità la cute, al fine di restituire idratazione, equilibrio e morbidezza.

Scegli un trattamento professionale! Rivolgiti al centro estetico Afrodite.

Il refill, chiamato anche riempimento, è un trattamento estetico dedicato alle unghie, che va a ritoccare la ricostruzione precedentemente eseguita.

Le unghie crescono ogni giorno e, di conseguenza, il margine libero dell’unghia avanza costantemente,spostando in avanti il materiale applicato sull’unghia e lasciando la zona intorno alle cuticole priva della ricostruzione. Grazie a refill si ottiene quindi il ripristino delle condizioni iniziali di ricostruzione, come se fosse stata appena eseguita.

Siccome la ricrescita dell’unghia diventa evidente all’inizio della terza settimana, è buona norma effettuare il ritocco entro i primi tre giorni della quarta settimana dalla data in cui sono state ricostruite le unghie.

Dopo un’analisi dello stato delle unghie, si può iniziare con il limare la vecchia ricostruzione, al fine di eliminare completamente la curva C, e prestando attenzione a non limare la ricrescita.

Successivamente, dopo aver aggiustato la lunghezza dell’unghia, si procede con l’opacizzazione della zona della ricrescita.
Tramite uno spingi cuticole si spingono poi le cuticole indietro. Poi si spazzolano le unghie con una spazzolina e si può anche effettuare un trattamento antifungo.

A questo punto, a seconda che sia stato utilizzato il gel o l’acrilico, si procede in modo differente:

per il refill con gel, si stende per prima cosa il primer solo sull’unghia naturale ricresciuta e successivamente si stende su tutta l’unghia il gel, che poi va catalizzato in lampada uv. Si passa quindi il secondo strato di gel per creare la curva C. Infine si applica il gel del colore che si preferisce, si sigilla poi il lavoro con un lucidante finale e con l’olio per le cuticole;
per il refill con acrilico, invece si passa il costruttore acrilico (di colore rosato oppure trasparente) sull’unghia nella sua interezza e si crea la curvatura C. Infine si stende l’acrilico colorato.
Rivolgiti ad un centro specializzato per questo tipo di trattamento. Prenota il tuo appuntamento presso il centro estetico Afrodite.