I capelli secchi appaiono disidratati, sfibrati e opachi e spesso presentano doppie punte che accentuano il problema sulle lunghezze.

Le cause possono essere legate a carenze alimentari o squilibri ormonali ma sono soprattutto da attribuire all’azione di fattori ambientali, agenti esterni e trattamenti cosmetici errati.

È quindi importante adottare un’alimentazione sana e equilibrata, che fornisca al nostro organismo tutti i nutrineti necessari alla tutela del nostro corpo.

In secondo luogo è opportuno scegliere uno shampoo delicato che non interferisca con la naturale fisiologia del cuoio capelluto. Si consiglia si limitare l’utilizzo di phon e piastre che tendono a indebolire e sfibrare i capelli.

Anche trattamenti coloranti, decolorazioni meches e permanenti rappresentano un rischio per i nostri capelli. Una valida alternativa è l’henné naturale, un rimedio orientale che si sta diffondendo sempre di più anche nelle nostre zone.

Inoltre, per rimediare ai capelli secchi, esistono maschere e impacchi fai da te molto semplici da realizzare che ridonano forza e lucentezza.

Ecco i più efficaci:

– Maschera all’aloe vera: prendete 2 foglie di aloe vera da tagliare in senso longitudinale per poter estrarre tutta la polpa, metterle in un recipiente e aggiungervi 3 cucchiai di balsamo. Frullate il tutto per 5 minuti e applicatelo sul cuoio capelluto con massaggi circolari; lasciate agire per circa 30 minuti, per poi rimuoverlo con acqua abbondante e lavare con shampoo (non aggressivo).

– Maschera all’olio di mandorla: scaldate qualche cucchiaio di olio di mandorla da applicare sulle punte dei capelli per 20 venti minuti, prima di fare il regolare shampoo.

– Maschera all’olio di oliva e all’olio di ricino: preparate una miscela con 2 cucchiaini di olio di ricino, 1 cucchiaio di olio di oliva e 1 tuorlo d’uovo, mescolate e, dopo aver ottenuto una pasta fine, applicatela sui capelli coprendoli con la pellicola trasparente; lasciate agire per almeno 1 ora e infine risciacquate con una piccola quantità di shampoo e acqua tiepida.

– Maschera al miele e alla banana: schiacciate 1 banana e unitela a 3 cucchiai di miele, aggiungendo anche qualche goccia di olio di mandorle; applicate la maschera sui capelli per 30 minuti e poi sciacquate bene; a questo punto lavate la chioma e asciugatela naturalmente.

La pulizia del viso è la chiave per avere una pelle sempre bella, sana e luminosa. Detersione, esfoliazione e idratazione: per una perfetta pulizia del viso fai da te non vi servono altro che i prodotti giusti e il tempo necessario per dedicarvi una vera e propria coccola!

Il primo passaggio di qualsiasi pulizia del viso è aprire i pori grazie ai classici suffumigi. Di solito si fanno con una miscela di acqua e bicarbonato, ma a seconda delle esigenze specifiche si posso aggiungere ingredienti specifici.

Il secondo step per una pulizia del viso perfetta, dopo aver eventualmente risciacquato la pelle e applicato il proprio tonico preferito, è lo scrub per eliminare le cellule morte.

Lo scrub viso fai da te più semplice e conosciuto prevede di mescolare due cucchiaini di zucchero e due di miele. Massaggiateli sul viso per circa 5 minuti, lasciateli agire per altri 5 – come se fosse una maschera – e poi risciacquare con acqua tiepida.

Ma anche in questo caso, a seconda delle particolarità della pelle, si possono personalizzare attraverso l’utilizzo di vari ingredienti.

Il terzo step della vostra pulizia del viso fatta in casa è la maschera, da scegliere basandovi sulle esigenze della vostra pelle.

Dopo aver sciacquato la maschera, terminate la vostra pulizia del viso applicando un tonico e, subito dopo, una crema idratante e il contorno occhi. Nel caso in cui abbiate scelto una maschera molto nutriente, potete sostituire la crema idratante con una ad azione antiage.

Gli effetti si noteranno immediatamente, mostrando una pelle morbida, levigata e rivitalizzata. Inoltre, con una pulizia viso fai da te fatta con una certa costanza potrete prevenire la comparsa di brufoli e punti neri.

Inoltre, rappresenta un momento di relax e di coccole da dedicare a noi stesse.

Il fascino femminile si esprime anche attraverso la cura delle mani, un aspetto troppo spesso sottovalutato ma di grande importanza. Ancor di più, in questo periodo particolare in cui dobbiamo stare a casa, è importante prendersi cura di sé stessi. Proprio per questo vi proponiamo una piccola guida per ottenere una manicure fai da te perfetta senza dover andare in un salone di bellezza, ma stando comodamente a casa approfittando dei ritagli di tempo a tua disposizione.

La prima cosa da fare, se si ha già uno smalto applicato, è utilizzare dell’acetone e rimuoverlo.
Successivamente riempiamo una bacinella con dell’acqua tiepida, aggiungiamo un cucchiaino di sali da bagno o di bagnoschiuma e immergiamo le mani per una decina di minuti. Questo farà si che le cuticole delle unghie si ammorbidiscano e sarà molto più semplice proseguire con gli altri step.

Dopo aver ammorbidito le unghie e le cuticole, è il momento di idratarle. Massaggiamo le mani con una noce d crema idratate e mettiamo una goccia di olio sulle pellicine di ogni unghia, lasciando assorbire un paio di minuti. Questo step è molto importante perché dopo il bagno le mani avranno bisogno di essere re-idratate. Passati i due minuti prendiamo il bastoncino di legno e spingiamo delicatamente indietro le cuticole.

A questo punto è il momento di dare la forma che si desidera alle unghie: se sono molto lunghe, è il casi di tagliarle con le forbicine o con il tagliaunghie, altrimenti passiamo direttamente alla limetta.Cerchiamo di limarle dall’alto verso il basso e non viceversa, né tantomeno lateralmente. In questo modo l’unghia non si indebolirà e non rischierà di rompersi.

Applichiamo il Base Coat, che proteggerà le unghie dallo smalto che abbiamo scelto e lasciamo asciugare bene.

Successivamente applichiamo lo smalto scelto. Il consiglio è di dosare bene la quantità che preleviamo dalla bottiglietta, così da evitare le sbavature. Partiamo dalla base dell’unghia e ricopriamola. Se il colore ti sembra poco coprente, lascia asciugare e applica una seconda passata. Lascia asciugare bene prima di proseguire.

Ora non resta che applicare il top coat, uno step molto semplice. L’unico consiglio è quello di non passare ripetutamente sullo stesso punto per evitare di trascinare anche il colore sottostante.

Quando parliamo di scrub ci viene subito in mente il viso. Oggi abbiamo pensato invece di parlarvi dello scrub corpo, un trattamento spesso sottovalutato, ma indubbiamente utile ed efficace.

L’esfoliazione rappresenta uno step molto importante della beauty routine, avendo come scopo principale quello di aumentare il turnover cellulare e aiutare il rinnovamento dei tessuti.

Il momento ideale per lo scrub corpo è durante il bagno o la doccia: la pelle non dovrebbe infatti essere asciutta per evitare che il trattamento sia troppo aggressivo.

Ma vediamo insieme i benefici:

·depilazione perfetta: fare uno scrub un paio di giorni prima della depilazione è utilissimo per garantire un risultato migliore, intervenendo anche sui peli incarniti;
·abbronzatura duratura: per un’abbronzatura omogenea e duratura, lo scrub corpo è uno degli step principali, poiché garantisce che la pelle sia libera dalle cellule morte, che, tra l’altro, rendono il colorito spento e l’abbronzatura poco luminosa;
·idratazione più intensa: dato che lo scrub elimina lo strato di cellule morte, i prodotti che andremo ad applicare dopo, dalle creme agli oli, saranno assorbiti molto meglio dalla pelle. Per potenziare gli effetti idratanti dei trattamenti, dedicate qualche minuto allo scrub, insistendo particolarmente in zone solitamente ruvide, come i gomiti, le ginocchia e i talloni. Una volta finita l’esfoliazione, una buona dose di idratazione è d’obbligo.

Oggi ve ne proponiamo una variante “fai da te” molto interessante: vi basterà miscelare in una coppetta 5 cucchiai di zucchero, 5 di cacao in polvere, 1 cucchiaio di miele e uno di olio di mandorle. Massaggiate il composto sul corpo e lasciatelo in posa per una decina di minuti prima di risciacquare.

In questo periodo particolare, in cui non è possibile muoversi di casa se non per stretta necessità, bisogna ricorrere a metodi “fai da te” per prendersi cura del proprio corpo.

Per una pedicure efficace e curativa come dall’estetista, è importante iniziare con un bel pediluvio: dopo aver tolto eventuali residui di vecchio smalto, si immergono i piedi in un recipiente con acqua calda e bicarbonato, per circa 10 minuti. In questo modo, la pelle dei piedi si ammorbidisce anche nei punti più critici come i talloni, spesso duri e secchi poiché poco idratati e provati dalle scarpe con il tacco alto.

A pediluvio ultimato, si procede con lo scrub, che potete realizzare con zucchero di canna, miele e olio di oliva! Una volta preparato, applicatelo sui piedi insistendo sui talloni, sui calli e sui duroni, in tutti i punti dove la pelle risulta più spessa.

A scrub ultimato, rimettete i piedi in ammollo: vanno lasciati nell’acqua calda per almeno altri 10 minuti, aggiungendo degli oli essenziali profumati a proprio piacimento.

A questo punto, si passa a una fase cruciale: l’esfoliazione: dopo aver asciugato i piedi accuratamente con un asciugamano, si procede con questo step importantissimo che ci libererà dai duroni e dai calli, attraverso l’utilizzo di una pietra pomice o di altri dispositivi elettronici dedicati a questo tipo di trattamento.

Ultimati questi step è possibile procedere con lima forbicine. Date alle unghie dei piedi la forma che preferite e accorciatele come più vi è congeniale.

Successivamente idratate la pelle spalmando un’apposita crema piedi dalla punta delle dita fino al collo del piede, insistendo sui talloni e salendo fino alle caviglie riattivando così la circolazione.

Infine ultimate la pedicure con un velo di colore sulle unghie.

Dopo il trattamento, i piedi risulteranno immediatamente più morbidi al tatto e visibilmente levigati.