Il Natale si avvicina e la scelta dei regali diventa sempre più impellente. Ma quale regalo può essere meglio del benessere?

Nei ritmi frenetici della vita, ritagliare un momento da dedicare a se stessi e alla propria salute è il vero regalo che oggi possiamo donarci e donare ai nostri cari.

Il lavoro, le responsabilità, il modo in cui ci nutriamo e l’ambiente in cui viviamo rappresentano stress per il nostro corpo. Ma troppo spesso trascuriamo questi aspetti.

Per questo motivo il Natale può essere l’occasione giusta per condividere con i propri familiari un momento di benessere, ovvero uno spazio in cui prendersi cura delle proprie necessità e recuperare l’equilibrio psico-fisico, specifico per ciascuno di noi.

In particolare, il massaggio, oltre a far bene al corpo fa bene anche alla mente, trasmettendo un senso di relax e antistress grazie alla manipolazione e al tepore dell’ambiente in cui avviene, che favorisce la dilatazione dei pori della pelle e la distensione di muscoli solitamente contratti.

Gli effetti benefici di un massaggio sul nostro corpo e sulla nostra psiche sono molteplici e variano a seconda del tipo di manipolazione a cui ci sottoponiamo, poiché ogni tecnica ha conseguenze diverse.
Ci sono trattamenti che sono particolarmente efficaci nel ridurre lo stress e la tensione, altri che migliorano il nostro sistema immunitario, altri ancora che incidono sulla funzionalità degli organi.

Le più antiche pratiche di massaggi accrescono la consapevolezza di tutte le parti del corpo e lavorano nel senso di un maggiore e migliore equilibrio energetico. Un buon massaggio contribuisce anche a liberare i cosiddetti canali energetici che attraversano il nostro corpo e che, secondo alcuni studi, influiscono anche sulla nostra emotività e addirittura sul funzionamento di molte zone del nostro organismo.

Qest’anno quindi, fai la scelta giusta: regala il benessere! Momenti di assoluto relax, massaggi, trattamenti per il corpo e per il viso e percorsi benessere personalizzati.

 

Contattaci per maggiori info!

Indossare la mascherina è un gesto fondamentale che permettere di proteggere noi stessi e gli altri. Tuttavia, è importante anche prendersi cura della propria pelle, messa sotto stress proprio per il costante utilizzo.

È infatti molto comune, ritrovarsi con una forma di acne da mascherina: tra le cause principali di questi brufoletti, ci sono l’aumento di temperatura e umidità provocato dalla mascherina stessa, poiché viene a crearsi un ambiente più che favorevole per la proliferazione dei batteri. A ciò si aggiunge il costante attrito provocato dal tessuto e la conseguente alterazione della barriera protettiva cutanea. Il risultato è una pelle più vulnerabile, che consente ai batteri di entrare con maggior facilità nei pori.

Per cercare di contrastare questa condizione è opportuno, innanzitutto, cambiare ogni giorno le mascherine chirurgiche e lavare accuratamente quelle riutilizzabili. Il lavaggio rimuove il sudore, il sebo e lo sporco che si raccolgono all’interno della mascherina e che potrebbero portare ad un peggioramento dell’acne.

Di fondamentale importanza rimane l’attenzione all’idratazione: un’ottima idea è rinfrescare la cute con dell’acqua termale, dall’azione idratante e lenitiva.

Anche scegliere una skincare mirata, è necessario per aiutare la nostra pelle:

·come primo step a fine giornata, è bene optare per una doppia detersione, la prima con un detergente dalla texture oleosa, ideale per rimuovere trucco e residui di inquinamento, la seconda con un detergente schiumogeno per rimuovere a fondo lo sporco;
·il secondo step prevede una maschera viso a base argillosa, un per le pelli impure;
·contro i brufoli sotto pelle da mascherina, poi, l’alleato migliore è un siero dall’azione seboregolatrice, idratante e lenitiva;
·ultimo passaggio nella cura dell’acne da mascherina è l’idratazione, il segreto è utilizzare una crema dalla texture leggera e con attivi seboregolatori, magari la vitamina C, ottima contro i brufoli.