Con l’arrivo dell’estate e quindi delle alte temperature, nasce la necessità di trovare metodi per combattere l’afa.

Rilassarsi sotto una doccia fredda può essere una valida alternativa!
Questa abitudine, infatti, offre tantissimi benefici per la salute: dal benessere psicofisico al tono muscolare, dalla pelle più levigata e tonica alla riduzione del grasso corporeo.

Aiuta a bruciare i grassi

Quando il corpo viene sottoposto all’imprevista ondata fredda, deve trovare internamente le risorse per mantenere una corretta temperatura e, per fare ciò, è costretto a bruciare parte delle riserve di grasso e, di conseguenza, a bruciare calorie.

Allevia i dolori muscolari

Uno dei modi migliori per alleviare i dolori muscolari è quello di immergere l’arto infiammato in acqua fredda o ghiacciata. I bagni d’acqua fredda sembrano essere davvero molto efficaci per alleviare l’insorgenza ritardata del dolore muscolare che, in genere, si verifica tre o quattro giorni dopo l’allenamento.

Combatte lo stress, l’ansia, la depressione

L’impatto dell’acqua ghiacciata sulla pelle può essere anche violento, ma la sensazione invia al cervello l’impulso per produrre noradrenalina, una sostanza chimica che, se carente, può favorire l’insorgere di stati depressivi.
Per agevolare il rilassamento del corpo e della mente, consigliamo di accompagnare la doccia fredda con alcune fragranze utilizzate nell’aromaterapia, come il bagnodoccia alla lavanda, che aiuta a calmare ansia, o il docciaschiuma al sandalo, che riduce lo stress.

Pelle più compatta e tonica

L’acqua fredda aiuta a tonificare i muscoli e la pelle.
L’epidermide chiude automaticamente i pori al contatto col getto e impedisce alle impurità di entrare.
La pelle appare meno grassa, meno spenta, più compatta e tonica.
Inoltre, l’acqua fresca risulta molto più delicata sulla pelle, evitando di alterare troppo il film idrolipidico che la protegge.

In estate l’aria condizionata diventa la nostra migliore arma contro il caldo afoso.

Tuttavia, l’aria condizionata toglie umidità all’ambiente per questo la pelle tende a seccarsi in una stanza climatizzata.
Uno degli effetti più evidenti è l’alterazione e la maggiore esposizione della nostra pelle ad eczemi e irritazioni.

Inoltre, una pelle del viso secca e disidratata tende ad evidenziare ancora di più le imperfezioni come brufoletti, pellicine e punti neri oltre che rughe più profonde perché la pelle secca perde di elasticità.

La pelle ristabilizza l’equilibrio tra temperatura interna ed esterna tramite la pelle, quindi con il sudore. È un processo naturale e fisiologico.
Entrare in un ambiente con un clima appunto “condizionato” porta il corpo a reagire in modo anomalo, tendendo quindi a chiudere i pori della pelle.
Risultato? Una pelle più “impura” e con meno traspirazione, che non riesce a smaltire l’accumulo di acqua che ristagna all’interno del corpo.

I consigli per una buona idratazione

 

Bere molto

Il modo migliore per proteggere la pelle dagli effetti dell’aria condizionata è mantenere una buona idratazione della cute e del corpo in generale. Ecco come raggiugere questo obiettivo.

La quantità raccomandata di acqua è di 2 litri al giorno. Ma se si accende l’aria condizionata, bisogna bere un po’ di più, in modo da  permettere alla pelle di reintegrare l’idratazione persa.

Il consiglio è di bere acqua anche se non si ha sete, a sorsi piccoli ma frequenti.

Sarebbe bene, inoltre, aumentare il consumo di alcuni alimenti, come creme fredde di verdure, frutta e succhi naturali. Questo si traduce con un maggiore benessere e la pelle apparirà più luminosa.

Utilizzare creme idratanti

Un’altra buona abitudine per contenere gli effetti dell’aria condizionata sulla pelle è quella di applicare regolarmente una crema idratante.

Sono da evitare le creme contenenti alcol, grassi o oli essenziali e anche i prodotti comedogenici poiché ostruiscono i pori. La crema idratante fornisce resistenza ed elasticità, oltre a prevenire l’invecchiamento precoce.

Il consiglio è quello di scegliere una texture leggera e fresca.
Un altro piccolo suggerimento? Lasciate la crema in frigorifero e stendetela dopo la doccia.

Lavare spesso mani e viso

Lavare spesso le mani e il viso favorisce l’idratazione e rafforza l’igiene.
Quando la pelle è pulita e idratata appare più vitale.

Evitate i saponi profumati, preferendo invece i saponi liquidi che contengono acido lattico.
Questo apporta morbidezza e lucentezza alla pelle.
Anche i saponi neutri sono altamente raccomandati, soprattutto per le pelli delicate.

È molto importante imparare ad asciugare il viso senza danneggiare la pelle: non è consigliabile strofinare l’asciugamano sul viso, poiché ciò aggiunge ulteriore aggressione alla pelle.
È bene, invece asciugare il viso tamponandolo con l’asciugamani in maniera delicata.

 

 

Merito dei tantissimi nutrienti che contengono, primi tra tutti gli antiossidanti, i frutti rossi sono validi alleati contro l’invecchiamento, hanno poteri antinfiammatori diuretici e depurativi.

Gli effetti sulla pelle

Le proprietà anti-age sono forse il pregio più conosciuto dei frutti rossi: in effetti mirtilli, gelso, fragole, lamponi, more e ribes, se consumati con regolarità, aiutano a rallentare l’invecchiamento cellulare grazie alla presenza di antiossidanti, polifenoli e vitamina C.

Queste sostanze sono fondamentali nella lotta ai radicali liberi e al processo da loro creato: lo stress ossidativo, responsabile dell’invecchiamento non solo della pelle, ma di tutto il corpo.

La vitamina C, inoltre, stimola la sintesi di collagene:  la principale proteina del tessuto connettivo umano, necessaria per il rinnovamento cutaneo e per il mantenimento del tono e dell’elasticità della pelle.

Maschere viso “fai da te” ai frutti rossi

 

  1. SCRUB LABBRA
    Mescolate 10 gocce di fragranza ai frutti rossi, con 1 cucchiaio di olio di jojoba.
    Aggiungete 1 cucchiaino di zucchero semolato, mescolando con cura.
    In questo modo si otterrà uno scrub piuttosto morbido che si può conservare in un piccolo contenitore a chiusura ermetica.
    Applicate sulle labbra umide e completamente struccate un po’ di prodotto ed esfoliate delicatamente.
    Massaggiate le labbra con le dita in maniera circolare e delicata.
    Quindi sciacquate con cura e concludete il trattamento applicando un burro cacao ai frutti rossi.
  2. MASCHERA TONIFICANTE E NUTRIENTE AI LAMPONI
    Schiacciate 100 gr di lamponi e mescolateli con un cucchiaio di yogurt.
    Applicate la maschera e lasciatela in posa per 15 minuti, quindi risciacquate.
    Se la pelle del viso e del collo è eccessivamente secca, potete utilizzare questa maschera fino a 3 volte al giorno.
  3. MASCHERA ILLUMINANTE
    Con l’aiuto di un mixer elettrico creare una crema densa e omogenea frullando insieme 1 cucchiaio di yogurt naturale, 6 fragole di bosco 2 cucchiai di ribes, 2 cucchiai di lamponi.
    Ovviamente la frutta dovrà essere ben lavata e asciugata.
    Ottenuto il composto, stenderlo su tutto il viso, deterso e asciutto, con l’ausilio di un pennello, evitando il contorno occhi e il contorno bocca.
    Ricordate di stenderlo anche sul collo.
    Lasciate in posa per circa 20 minuti. A tempo scaduto eliminate la maschera con un dischetto di cotone e poi sciacquare il viso con acqua tiepida.
  4. MASCHERA NUTRIENTE
    Frullate 10 ciliegie, 5 fragole, 1 fetta d’ananas, 1 cucchiaio di miele, 1 cucchiaio di yogurt bianco, fino a creare una crema densa.
    Ricordate di lavare e asciugare accuratamente la frutta.
    Applicate sul viso struccato e asciutto ma anche sul collo e sul decolleté creando un leggero strato con le dita o con un pennello.
    Lasciate in posa per circa 20 minuti.
    A questo punto sciacquare con acqua tiepida o fredda. Ripetere il trattamento una volta a settimana.

Insieme alle scottature, caratterizzate da rossore e bruciore, l’eritema è, tra chi ama esporsi al sole, uno dei problemi estivi maggiormente diffusi.

Si tratta di un’ustione la cui entità dipende dalla durata dell’esposizione al sole.
Si manifesta con rossore a chiazze della pelle, bruciore, prurito e fastidio che può diventare dolore, con la formazione anche di bolle e vesciche.

Per via della liberazione da parte della cute ustionata di particolari fattori infiammatori, nei casi più seri, può essere accompagnata da febbre e malessere.

Maggiormente predisposte a questo problema sono le persone con carnagione chiara.
A questa prima categoria bisogna poi aggiungere tutti coloro che sono stati colpiti da precedenti dermatosi, ai quali si raccomandano particolari precauzioni quando prendono il sole.
Inoltre facilita il manifestarsi dell’eritema, il fatto di esporsi al sole durante le ore più calde della giornata.

Uno dei rimedi naturali più noti per combattere l’eritema consiste nell’applicare sulle zone interessate delle fettine sottili di patata cruda sbucciata: l’amido che è contenuto nella patata aiuta i vasi sanguigni a restringersi, in questo modo la sensazione di dolore e l’infiammazione si attenueranno gradualmente.

Anche il cetriolo, come la patata, è efficacissimo. Oltre ad applicare le fettine, potete ricavarne il succo che potete poi utilizzare come un impacco naturale.

Un altro metodo naturale semplice consiste nell’applicare degli impacchi a base di camomilla. Si prepara un’abbondante camomilla e la si lascia raffreddare. Si imbevono delle garze nella camomilla stendendole, quindi, sulle zone arrossate e dolenti. La camomilla, in questo modo, lenisce l’infiammazione e il fastidio.

E’ possibile arginare gli effetti dell’eritema anche quando si fa il bagno:

  • in questo caso si può sciogliere nell’acqua della vasca dell’amido per alimenti che si acquista facilmente anche al supermercato;
  • oppure si aggiunge all’acqua del bagno della camomilla;
  • oppure, degli oli essenziali, sia singolarmente che mescolati tra di loro. Ad esempio lavanda, menta, camomilla, eucalipto che sono rinfrescanti e alleviano l’infiammazione.

L’arma migliore rimane la prevenzione: prestare attenzione all’esposizione solare, applicando costantemente e correttamente la crema protettiva, ed evitando le ore più calde, è fondamentale per tutelare la salute della nostra pelle.

Contattaci per maggiori informazioni!

La montagna per molti è un richiamo irresistibile. Sport, scalate, passeggiate nella natura sono solo alcune delle attività che, però, potrebbero fare del male alle nostre unghie.

Così come succede per i capelli o la pelle, che necessita di una speciale skincare routine pelle del viso in montagna, anche le unghie hanno bisogno di qualche attenzione in più.

La prima arma che abbiamo a disposizione, prima ancora di conoscere come curare le unghie in montagna, è la prevenzione di qualunque situazione che possa stressarle e indebolirle.

In primis, se fa molto freddo, ricordiamoci sempre di utilizzare i guanti per proteggere la pelle e le unghie delle mani. Non solo, scegliamo scarpe comode: per passeggiare in montagna ed evitare scarponi che fanno male in discesa, prediligendo materiali di buona qualità.

Non dimentichiamo poi, una buona crema mani, nutriente ed emolliente, che possa dare sollievo alle mani dopo intense giornate di sport e svago ad alta quota. Per non sbagliare, scegliete una formula mediamente intensa, ad alto assorbimento: ideali ingredienti come il miele o l’aloe.

Indispensabile anche l’ olio per unghie e cuticole, estremamente nutriente. Potete usarlo anche tutti i giorni, mattina e sera, massaggiando fino a completo assorbimento.

Per evitare di avere unghie nere o spezzate dopo le camminate, dobbiamo prima di tutto evitare di tenere le unghie dei piedi lunghe, perché battendo sulla punta della scarpa, specialmente in discesa, aumenta la possibilità di creare microtraumi e lesioni al letto ungueale.

Procuratevi, poi, dei sali per pediluvio fai da te da concedervi anche tutte le sere: questo darà in generale sollievo ai piedi che potrebbero essere gonfi. Allo stesso modo, decongestionerà tutta la zona, compresa la pelle attorno alle unghie.

 

La voglia di sole e giornate al mare è tanta in questo periodo, per questo diventa importante prepararsi all’abbronzatura nel modo corretto ed evitare scottature e eritemi solari.

Per avere un’abbronzatura perfetta la pelle va preparata nel modo giusto iniziando già in primavera, con le prime giornate di sole e dove spesso si fanno passeggiate senza la protezione solare.

La prima buona abitudine è sicuramente quella di rimuovere le impurità e favorire il turnover cellulare con un’esfoliazione.
Attraverso uno scrub esfoliante, quindi, si eliminano le cellule morte e si rigenera la pelle, preparandola ad un’abbronzatura omogenea e più duratura.

Anche l’alimentazione gioca un ruolo molto importante: ci sono infatti cibi in grado di stimolare la sintesi della melanina e preparare la pelle all’abbronzatura. Sono gli alimenti ricchi di carotene, come carote, pomodori, albicocche, melone, verdure a foglia verde.

L’esposizione dovrà essere graduale e iniziare almeno un mese prima, in particolare se si ha una carnagione chiara.
I weekend di primavera sono l’occasione ideale per prepararsi al bagno di sole estivo!
Indispensabili in valigia sono una protezione solare e un doposole.

Infatti, l’abitudine fondamentale rimane quella di proteggersi sempre con il giusto fattore solare e, a fine giornata, di idratare e nutrire l’epidermide con un buon doposole. Questa piccola attenzione ti permette di ritemprare la pelle dopo l’esposizione e di garantirti un’abbronzatura più duratura e un colorito uniforme.

Contattaci per conoscere tutti i trattamenti offerti presso il centro estetico Afrodite, in grado di soddisfare le tue esigenze!

 

L’acne tardiva è una forma di acne del tutto simile a quella giovanile ma che si manifesta tra i 20 e i 40 anni di età. Coinvolge varie aree del viso ed è caratterizzata dalla formazione di comedoni bianchi, neri e in casi più intossicati di microcisti.

Può verificarsi anche in persone che non ne avevano mai sofferto prima o anche in individui che, invece, non avevano più a che fare con questa problematica da anni.

L’acne tardiva, così come l’acne adolescenziale, è un’infiammazione dei follicoli pilosebacei che porta alla formazione dei tanto odiati “brufoli”.

La causa più comune, pare sia lo stress che scatena una manifestazione psicosomatica sul volto.
Lo stress può infatti indurre un input neurologico alle cellule della cute del viso a generare ormoni che danno luogo all’acne.

Ogni persona è unica e, allo stesso modo, lo è ogni tipologia di acne. Per questo motivo anche le cure acne tardiva dipendono da tantissimi fattori, tra cui la sua gravità e intensità, l’età in cui si è presentata, la familiarità, lo stile di vita e anche la tendenza che ha la pelle alla formazione di cicatrici e lesioni.

In generale, il Micropeeling rappresenta un’arma valida per combattere questo disturbo.
Si tratta di un peeling a base di acido glicolico e acido salicilico, che pulisce in profondità, attiva una desquamazione naturale e induce lo scioglimento dei comedoni.
La lozione che viene applicata sul viso può non essere risciacquata e lasciata agire sulla pelle tutta notte.

Tuttavia, la prevenzione rimane, come sempre, la chiave principale per evitare l’insorgere l’acne tardiva.
Trattare la pelle nel modo adeguato è importante perché l’acne provoca un aumento dell’infiammazione cutanea che alcune abitudini sbagliate possono aggravare.

Innanzitutto, quindi, bisogna evitare di usare detergenti troppo aggressivi o creme comedogeniche, prediligendo per la propria skincare routine, prodotti non comedogenici mirati e antiseborroici.

E’ importante in questi casi evitare l’utilizzo di make-up per coprire e nascondere i comedoni, perché innesca un meccanismo di inquinamento e intossicazione dei pori già messi a dura prova dall’acne, esacerbandone la condizione infiammatoria.

Anche effettuare periodicamente una pulizia del viso professionale è un’abitudine che può aiutare in questi casi.
Attraverso un trattamento viso mirato, si nutre in profondità la cute del viso, restituendole idratazione, equilibrio e morbidezza.

Prenota un appuntamento con il centro estetico Afrodite per scoprire tutti i trattamenti dedicati a te!

Passati i mesi autunnali e invernali, durante i quali si prediligono spesso colori di smalti scuri come il bordeaux, il nero, il grigio e via dicendo, con l’arrivo della primavera a tutte torna la voglia di manicure colorate, originali e chic. 

Tra le unghie primaverili spiccano, infatti, colori delicati e soft per realizzare manicure pastello dall’effetto bon-ton e tonalità nude per creare unghie soft Baby Boomer, French Manicure e unghie lattiginose.
Non possono mancare inoltre le nail art floreali, un grande classico con cui non si sbaglia mai.

Analizziamo quindi, insieme, tutte le tendenze del momento!

Colori pastello

Il lilla, il giallo chiaro, il verde menta o l’azzurro sono i colori più utilizzati per creare una manicure elegante dall’effetto bon-ton.
Molto richieste anche che le unghie arcobaleno realizzate con queste tonalità: l’effetto si ottiene colorando ogni unghia con un colore diverso, con un risultato originale e chic.

French Pastello

Bellissime e davvero raffinate anche le unghie French Pastello: vi basterà scegliere il colore, o anche i colori, di smalto pastello che preferite e utilizzarli per creare la lunetta delle unghie effetto French al posto del classico smalto bianco. Favolose sia in versione classica, sia in versione sfumata.

Soft Baby Boomer

Raffinate, versatili, adatte a tutti e a qualsiasi età: le unghie Soft Baby Boomer completano alla perfezione qualsiasi tipo di look. 

Lattiginose

Tra le unghie nude primavera 2022 spiccano anche le unghie lattiginose, ottenute con smalti classici, semipermanenti o gel dal colore bianco latte. Le unghie color latte sono semplicissime e regalano alla manicure un effetto davvero molto naturale.

Swirl Nails

Questa tendenza, coloratissima, spumeggiante e a tratti psichedelica, è perfetta per tutte le amanti delle nail art grafiche.
Si tratta di unghie unghie decorate con grafismi particolari, linee curve e alle volte concentriche che simulano il movimento di turbini e vortici. Sono tante le varianti sul tema: c’è chi opta per Swirl Nails dai colori neon e chi, invece, propone nail art pastello oppure nei toni caldi del cioccolato e del caramello.

Unghie floreali

Un must nel periodo primaverile per quanto riguarda le unghie, è sicuramente la manicure floreale.
Le nail art floreali più gettonate del momento, vedono il prevalere di decorazioni mini floreali, da realizzare, per esempio, in stile French Manicure: vi basterà realizzare dei piccoli fiorellini al posto della lunetta delle Unghie French, per ottenere una nail art floreale davvero unica e originale.

 

Per realizzare la tua manicure scegli un centro specializzato! Il centro estetico Afrodite offre servizi professionali, garantendo il massimo dei risultati.
Contattaci per maggiori informazioni.

 

La routine quotidiana, la mancanza di tempo e la vita frenetica troppo spesso ci fanno dimenticare che a volte per stare bene basta solo un piccolo gesto. E’ questo il caso della pelle del nostro viso che, soffre senza che ce ne rendiamo conto.

La nostra pelle è, infatti, costantemente  sottoposta a stress e tensioni di vario tipo: smog, sole, agenti ambientali, stress, creme troppo aggressive, ecc.

Ritagliarsi un momento di relax una volta alla settimana e dedicare alla pelle del viso una coccola speciale come una maschera naturale fai da te, può rivelarsi, quindi, un vero toccasana.

Dissetanti, rinfrescanti, diuretiche e depurative, le protagoniste di oggi sono le fragole, che vantano proprietà antiossidanti e anti infiammatorie. Fonte di vitamina C, si prestano sia per uno spuntino goloso, sia per dei trattamenti di bellezza.

Alleate nella prevenzione della formazione di rughe, le fragole lasciano la pelle morbida, nutrita e detersa. Un utilizzo regolare delle maschere naturali a base di fragole, può aiutare a prevenire il rilassamento cutaneo, rendendole, quindi, ideali per il trattamento delle pelli più mature.

1) Maschera alle fragole per pelli grasse

Ingredienti
3 fragole
2 cucchiaini di miele
1 cucchiaino di succo di limone

Preparazione
La preparazione di questa maschera è davvero semplice: basta schiacciare assieme le fragole, unire il miele e il limone e mescolare fino a quando il composto non risulterà omogeneo.
A questo punto il composto va applicato con uno strato sottile sul viso pulito e va lasciato in posa 5 minuti e poi sciacquato con acqua tiepida.
L’azione anti batterica del limone unita al potere purificante delle fragole, è davvero ideale per le pelli grasse.

2) Maschera alle fragole per le macchie scure

Ingredienti
2 fragole
2 cucchiai di yogurt intero naturale
1 cucchiaino di olio extra vergine d’oliva
Mezzo cucchiaino di argilla cosmetica

Preparazione
Per preparare questa maschera le fragole vanno lavate, schiacciate e unite allo yogurt, un ingrediente molto idratante per la pelle.
Vanno poi aggiunti l’olio e l’argilla e quando il tutto risulterà ben cremoso, la maschera può essere stesa sul viso e lasciata in posa per 20 minuti circa.
Per rimuoverla dotatevi di una pezzuola umida.
Questa maschera aiuta a schiarire le macchie e a idratare la pelle, ma ovviamente non si può assolutamente slegare da un’esposizione al sole corretta, con un fattore di protezione adatto al proprio fototipo.

3) Tonico alle fragole

Le fragole sono ideali per il trattamento della pelle con tendenza acneica grazie alle proprietà astringenti.
Mescola la polpa con dell’acqua di rose e conserva il tonico in frigo.
Applica il composto con l’aiuto di un dischetto di cotone picchiettando la pelle, mattina e sera.

L’arrivo delle belle giornate ci ricorda che si avvicina sempre di più l’estate.

Ma prepararsi al sole non è cosa da poco. Per assicurarsi di superare le estati bollenti degli ultimi anni con pelle e capelli indenni, meglio prendere alcune precauzioni.

  1. Fare una pulizia profonda al viso.
    Rimuovendo le impurità, si prepara il viso al sole, evitando così la comparsa di macchie e preservando più a lungo l’abbronzatura sana.
    Si tratta di un rimedio per dire addio alla pelle spenta e impura dell’inverno, un detox preventivo prima del passaggio alla stagione estiva.
    Sappiamo che è indispensabile pulire e detergere la pelle ogni giorno, tuttavia ogni 4 – 6 settimane bisognerebbe ricorrere alle mani esperte per un trattamento più accurato.
    Il trattamento professionale, infatti, elimina profondamente lo sporco depositato e radicato sulla pelle anche per causa dell’inquinamento; inoltre rimuove gli eccessi di sebo, e contrasta la proliferazione batterica.
    Infine l’accurata rimozione delle cellule morte superficiali non solo dona immediatamente luminosità, ma permette anche alla cute di assorbire al meglio i prodotti cosmetici facendola “respirare”.
  2. Il massaggio corpo drenante.
    Prevenire i gonfiori delle gambe e favorire il la riduzione dei liquidi in eccesso in vista dell’aumento delle temperature è una priorità, anche per le star!
    Attraverso particolari manovre, infatti, il massaggio drenante aiuta ad agire proprio sulle cause principali della cellulite: la stasi linfatica, l’accumulo di liquidi, gli aggregati di cellule adipose.
    Smuovendo i liquidi in eccesso, contribuisce ad eliminarli insieme a scorie e tossine, per un corpo più snello e sano.
  3. Rimedi anti doppie punte. Arriva l’estate e il pericolo secchezza estrema si fa strada. I capelli che si sfibrano al sole e le punte che si aprono. Prima di esporsi al sole per lunghe ore, è meglio arrivarci con capelli sani, iniziando con regolari impacchi nutrienti e proteggendoli anche in città.
    I prodotti naturali migliori, sono sicuramente l’olio di argan, l’olio d’oliva e l’ olio di cocco, perfetti per combattere le doppie punte e la disidratazione, in quanto forniscono nutrimento e donano luminosità.