Caduta dei capelli in autunno: consigli sulla prevenzione.

,

D’autunno è piuttosto frequente che molte persone lamentino una perdita di capelli più intensa rispetto al normale. Si tratta di un fenomeno fisiologico che ha la tendenza a presentarsi in autunno e, talvolta, in primavera, e che non è per forza il segnale di patologie del cuoio capelluto. Inoltre, nella quasi totalità dei casi, a questa caduta abbondante non corrisponde un diradamento visibile della chioma.
Sono soprattutto le donne a lamentare questo tipo di caduta, tuttavia ne soffrono anche gli uomini che, però, avendo generalmente i capelli più corti, spesso non si accorgono di lasciare più capelli rispetto al solito sul pettine o sul cuscino.

Si possono però seguire alcuni semplici consigli per rinforzare e prendersi cura dei capelli e mantenerli più forti e più sani, in modo che si spezzino meno facilmente.
Durante l’estate è importante proteggere la testa dall’intensa irradiazione, indossando cappelli e applicando prodotti solari specifici per i capelli. Questi ultimi, infatti, proteggono la struttura capillare dai danni causati dall’aggressione dei raggi UV, dal sale, dal cloro e dall’azione disidratante del vento.

Curare l’alimentazione, seguendo una dieta varia ed equilibrata, ricca di proteine, vitamine, sali minerali e acidi grassi (e quindi basata su verdura, frutta, carni magre, uova, cereali integrali, pesce e semi), non può che giovare al benessere dell’intero organismo e favorire la produzione di cheratina, proteina fondamentale per la struttura dei capelli.
È importante curare in modo particolare i capelli, in modo che alla caduta non si associno anche problemi di fragilità e altri inestetismi.
In autunno i capelli sono spesso sfibrati, secchi, fragili e con doppie punte. Meglio dedicare, quindi, più attenzione alla routine di detersione e trattamento, in modo da mantenere una capigliatura sana: scegliere prodotti non aggressivi per il lavaggio, massaggiare delicatamente lo shampoo sul cuoio capelluto in modo da favorire la microcircolazione, risciacquare accuratamente, utilizzare sempre il balsamo e applicare una o due volte la settimana una maschera idratante e nutriente.
Se l’aumento della caduta dei capelli autunnale è associato alla forfora e al prurito è buona cosa utilizzare uno shampoo specifico.
Per l’asciugatura e l’acconciatura bisogna evitare i passaggi che più mettono a rischio l’integrità dei capelli e quindi anche la loro bellezza. Phon, piastra e arricciacapelli andrebbero quindi utilizzati il meno possibile e tenendo le temperature al minimo, perché il calore danneggia il fusto.

È bene anche ridurre l’utilizzo di prodotti per lo styling a tenuta forte (gel, lacche, schiume) o evitare di utilizzare pettini o spazzole dopo averli applicati, in quanto si rischia di spezzare i capelli. Attenzione poi a fermagli ed elastici e alle acconciature che procurano un’eccessiva tensione dei capelli, come code strette, treccine, chignon, extension, poiché possono provocare la rottura del capello.